Appuntamenti

NESSUNO È INVISIBILE. SIAMO TUTTI INDIVISIBILI


Non è che se non le vedi le persone non muoiano.

Spenti i riflettori sull’ultima controversia tra ONG e la gestione muscolare del ministero dell’interno, da parte dell’onnipresente ministro Salvini (con i 47 della Sea Watch3), la situazione non cambia.

La guerra alle ONG ha forse questo scopo ultimo?

Togliere gli unici occhi che sul Mediterraneo rimangono aperti, quando le guardie costiere di stati più o meno conniventi o alleati dell’attuale governo italiano fingono di non sentire gli SOS di chi tenta di attraversare il Mediterraneo. Se non lo sappiamo, possiamo fingere che non accada. Mentre continua ad accadere. E la conta dei morti si fa sempre più alta.

Un salvagente, lo dice il nome, serve a salvare persone. Un principio base dell’umanità, cardine della legge del mare. Le negoziazioni sulle politiche migratorie dell’Unione Europea non si fanno sulla vita di esseri umani. Un principio ovvio, sacrosanto, eppure a rischio. Lo ribadiamo: nessuno resti in mare.

Sicurezza?

Non solo, ribadiamo il nostro rifiuto al Decreto Salvini, Immigrazione e sicurezza, le cui conseguenze sul territorio stanno drammaticamente diventando realtà.

Contro la propaganda discriminatoria e razzista del Ministro degli Interni e contro la sua guerra agli ultimi, rivendichiamo i modelli efficienti, non solo il caso di Riace, ma quanto esiste qui e rischia di venire spazzato via.

Alla narrazione pensata per alimentare la paura e la diffidenza tra cittadini opponiamo i fatti dell’invisibilità diffusa che il Decreto Sicurezza crea, condannando molte di quelle persone scampate ai lager libici a diventare dei fantasmi senza prospettive ne futuro e scaricando sugli amministratori locali i costi sociali di un decreto discriminatorio e miope.

Sappiamo che molti sono i cittadini, anche qui a Belluno, che non condividono le politiche del governo Salvini-Di Maio e non si riconoscono nella narrazione tossica di una guerra contro gli ultimi, specie se non locali. Le recenti inizative organizzate in città, lo dimostrano.

E’ il momento di far sentire un’altra voce, di ritrovarsi e di costruire un altro e nuovo modello di società, sostenendo e valorizzando le esperienze virtuose dell’accoglienza nel bellunese, difendendo coloro che di questo territorio sono diventati nuovi abitanti, e ne rappresentano perciò una parte di futuro. Attiviamoci, incontriamoci, facciamolo a partire da sabato 9, a Venezia, per la marcia Side by side.

Nessuno è invisibile, siamo tutti #indivisibili.

EVENTO FB SIDEBYSIDE:

L’appuntamento è alle 14.00 alla stazione ferroviaria di Venezia per la marcia Side by side.

EVENTO FB PARTENZA DA BELLUNO:

Appuntamento alla Casa Dei Beni Comuni per organizzare il car sharing alle 11.30 di sabato mattina. PER INFO: tel 333.3771872

#INDIVISIBILI


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.