Comunicati

1 commento on COSI’ VANNO LE COSE IN QUESTO PAESE

  1. Articolo importante, cari amici di “peraltrestrade”, e interessante studio critico della storia delle nostre regioni: dimostra ciò che ho sostenuto anch’io nel mio libro che racconta la storia scandalosa e vergognosa dell’A28 Conegliano-Pordenone: le autostrade avvantaggiano i soliti noti, sono pubblicizzate e autorizzate mettendo in campo una mole sproporzionata di retorica e di falso moralismo e ambientalismo: ambientalismo da tavolino, falsa nostalgia della terra, poichè mentre da un lato con la retorica si tirano fuori le tradizioni contadine e l’amore per la terra (da “adottare”, dopo magari averla RESA ORFANA, distruggendone la vitalità e lo spazio), le sagre, la benedizione degli animali, dei campi, i prodotti tipici locali ecc. ecc… dall’altra con firme, autorizzazioni, decreti, VINCA, VIA, VAS ecc ecc. si autorizza materialmente e in maniera definitiva la distruzione di paesaggi, terreni, acque, mantagne, vallate.
    Bisogna chiedersi (e continuare a denunciare) ancora con più forza: a CHI servono le autostrade, mentre i loro interessati fautori ci “raccontano” sempre A COSA SERVONO, magari raccontandoci la scabrosa storia dei morti sulla Pontebbana… . Le autostrade poi non finiscono mai: guardate la A28, di cui è in progetto la continuazione sul Tagliamento e rasente 2 SIC, guardate in Lombardia (mio post di oggi su FB), guardate la Cispadana vicino al Po, guardate quella prevista in Valsugana ecc ecc ecc, ecc….. è una rete fittissima di strade previste, mentre ci raccontavano ancora 20 anni fa che l’A28 sarebbe stata l’ultima, ma quella proprio “indispensabile” per lo sviluppo del nordest, che sennò non sarebbe potuto andare avanti…
    che vergogna, è tutta una questione di canìba, di parole mate, di coltivatori di terra “convertiti” in coltivatori di strade… a milioni… ce n’è dappertutto e non finiscono MAI.
    Questo personaggio è stato commissario straordinario durante la storia dell’A28 Conegliano-PN, e si è dato da fare per la sua costruzione… nel blog che vi segnalo (www.bibodallapaludeaicementi.blogspot.com) trovate materiali su queste storie, spero poi di conoscervi di persona, cordiali saluti… nadia breda

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *