Editoriali

3 commenti on BIM GSP: QUALI SONO I SINDACI CONTRARI AL COMITATO DI TRASPARENZA?

  1. gino sperandio

    Una osservazione a lato, da un conto della serva mi sembra che comunque i sindaci che hanno detto di si rappresentino la maggioranza della popolazione… i meccanismi del voto in questi ambiti è abberrante!

  2. Michele Balen

    Ovviamente io non sono affatto contro la trasparenza nella gestione di GSP, come grezzamente (e credo in malafede) sostengono l’anonima redazione di Bellunopiù e il comitato Acqua Bene Comune con la loro indegna lista di proscrizione. Io, sindaco di Cesiomaggiore, ho semplicemente e più volte proposto all’assemblea GSP che lo stesso organo di garanzia, che oggi già affianca l’Amministratore Unico, dott. Vignato, svolgesse con audizioni permanenti anche la richiesta funzione di Comitato di Trasparenza e di Partecipazione con la cittadinanza e con le categorie produttive. Ciò al fine di non appesantire, come forse vorrebbe Acqua Bene Comune, BIM GSP di un nuovo, ulteriore organo di controllo. E per non gravare su altri sindaci con un nuovo carico aggiuntivo. Per questo ho votato contro la proposta di istituire un nuovo organo di controllo, non certo per limitare la trasparenza della Società. Posso capire che cavalcare il malcontento e ingenerare confusione sia una gran tentazione per ha fame di facili consensi, ma il bene comune è un’altra cosa.

  3. donatella

    Solo una domanda, visto che non lo so, il comitato di trasparenza e controllo che costi avrebbe avuto?
    un altro baraccano da mantenere non sarebbe servito se invece era gratis, nessun gettone di presenza o compensi e rimborsi spese non capisco la logica di votare contro

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *